Offerta BPO 2017
LiveHelp

Awards UE 2016
Ennova agent 2.0
Phonetica a Forlì
Workshop Assist

Utility Day 2015
Datacontact Bike
Assist Academy
Rischio social
Trascom LeonarDo
Presentazioni 2015
CallCenterNet
Call Business

Iniziative 2014
Getaline - BonPrix

Call & Call Casarano
Abramo Family Day
DHL Open Day
Datacontact 2014
WeLikeCRM
Chorally
Aziende Member

Outsourcer Member
XEROX
RBS
Randstad Awards
Servizio Clienti TIM
Datacontact X
QVC Italia


Casi 2009-2011
Cariparma
Enel Energia
Che Banca!
Giornali aziendali
Relazioni 2006-2008

Fiat G. Automobiles
Mastercom
Call World
Arca Inlinea
Banca Reale
Gruppo MPS

Raccolta CaseStudy
CASE STUDY 2006
Convention 2006

Pubblica Amm.ne
Transcom CMS
Wolters Kluwer

Elliot

S.IN.T.

VISITE CMMC 2005
Abramo CC

Datacontact

CASE STUDY 2005
TSF
Atesia
Posteitaliane
3g
BMW
Metasistemi
Comune di Roma
Acquedotto Pugliese
3 Mobile Video Co.
Transcom Aquila
Acea Roma
Finconsumo B.
Call & Call
DHL
CONSIP
Mediaservice
B2win

CASE STUDY 2004
DeS
Rasbank
Comdata
INPS
Cims
Sepa
Answers
Banco PVN
In-Action
Telic-Datel

IN ITALY:
Sykes Italy
Transcom - Lecce

ALTRI CASE STUDY
Advert
Alter Ego
Banca Primavera
B. Antonveneta
DeAgostini
Contact Centre
Inter Partner Ass.
Finanza&Futuro
Opera Netcenter
Mediacall
AEM Service
SSB
Unipol Sertel
Csi Piemonte
InTouch
Waycall Assistance
Contacta
BTicino
Bon Prix
Secondamano
Project Automation
Monte Paschi Siena
Viking Office P.
Intesa SpA Siena
Quercia Software
Pronto Assistance S.
Com.net
We@service
PhonEtica
Oliweb
Datacontact
Omniatel

Osservatorio siti
Assicurazioni on-line
Network Acroservizi
Ricerca Eurisko
Visita a Palermo
Banche on-line
"Amici" CmmC
Grand Prix 2001
Callcenter e isole
Apre Atento Italia
Caso Kalliope
Caso Telesurvey
Caso Dun&Bradstreet
Caso Acroservizi
Caso Fiditalia
Caso Sisal
Caso Amì
Caso Targa Services
Caso Omnitel
Caso Wind
Caso Banca Intesa
New cases
Case History

Presentazioni MM

Dossier Banche
Premesse tecnologiche

Premesse di marketing
Premesse organizzative

 

  

Atento apre in Italia

Con una conferenza stampa tenutasi al Milano il 9 maggio 2001, Atento ha annunciato l'apertura ufficiale delle attività in Italia.
Hanno partecipato alla conferenza Federico Sanchez, Ceo Atento Holding, Marco Grassi Direttore Generale Atento Italia, Edoardo Maione, Direttore Commerciale e Antonio Colaianni, Direttore Operazioni.

Atento Holding è nata nel 1998 ed è una sussidiaria di Telefonica.
A livello mondiale nel 2000 ha investito 120 milioni di dollari ed il fatturato è stato di 487 milioni di dollari (erano 210 nel 1999).
Dispone di 26mila postazioni operatore ed è attiva in 15 Paesi. Le più recenti aperture riguardano: Giappone, Messico, Venezuela e Argentina.
Ad oggi Atento gestisce circa 300 aziende-clienti.

In Italia il call center basato a Roma ha una capacità operativa di 500 postazioni (anche se attualmente solo 50 sono operative), gli operatori sono tutti assunti e circa il 30% è laureato.
Quest'anno la filiale italiana ha investito circa 6milioni di euro.
Secondo le dichiarazioni di Federico Sanchez, "Atento si presenta come partner strategico delle aziende che necessitano di soluzioni Crm, in particolare l'offerta prevede diversi servizi tra di loro integrati, customer care, vendita, retention, recupero e gestione delle informazioni, per i quali si è in grado di garantire elevata qualità e capacità di innovazione derivante dalla propria ricerca e sviluppo a livello mondiale".
Atento, che a livello di holding può contare su un fatturato derivante per circa il 50% dai servizi dedicati a Telefonica, in Italia punta ad un mercato più diversificato. Ad esempio, guarda con attenzione al settore finanziario/assicurativo che, a seguito delle diverse aggregazioni e diversificazioni, ritiene particolarmente interessato ad affidare in outsourcing servizi di tipo Crm, per migliorare la competitività e la fidelizzazione dei clienti.
Secondo Marco Grassi (foto), "è importante chiarire cosa si intende per Crm, ovvero mettere al centro il cliente, per capirne le esigenze e per supportarlo nelle sue scelte, Atento è in grado di sviluppare e curare queste relazioni con i clienti, grazie alle sue piattaforme tecnologiche multicanali e ai servizi di consulenza".
Al fine di portare un contributo di analisi e riflessione sul mercato del Crm in Italia, Atento ha commissionato una indagine a Cirm.
Il sondaggio telefonico si è svolto su un campione di 1.000 persone e ha evidenziato alcuni aspetti:
- per quanto concerne i contatti tra aziende e clienti i settori più interessati sono telecomunicazioni (67%), servizi pubblici (62%) e servizi finanziari e assicurativi (54%);
- i contatti avvengono soprattutto mediante telefono (75%) e sportello (39%), la posta elettronica è impiegata solo dal 3%;
- i principali motivi di insoddisfazione sono collegati alla scarsa competenza/capacità del personale addetto al rapporto con il cliente (61%).

Per chi è interessato ai dettagli dell'indagine è possibile scaricare la presentazione del rapporto Cirm. (313 KB)

 

 

0