Datacontact Smart
Offerta BPO 2017

LiveHelp

Awards UE 2016
Ennova agent 2.0
Phonetica a Forlì
Workshop Assist

Utility Day 2015
Datacontact Bike
Assist Academy
Rischio social
Trascom LeonarDo
Presentazioni 2015
CallCenterNet
Call Business

Iniziative 2014
Getaline - BonPrix

Call & Call Casarano
Abramo Family Day
DHL Open Day
Datacontact 2014
WeLikeCRM
Chorally
Aziende Member

Outsourcer Member
XEROX
RBS
Randstad Awards
Servizio Clienti TIM
Datacontact X
QVC Italia


Casi 2009-2011
Cariparma
Enel Energia
Che Banca!
Giornali aziendali
Relazioni 2006-2008

Fiat G. Automobiles
Mastercom
Call World
Arca Inlinea
Banca Reale
Gruppo MPS

Raccolta CaseStudy
CASE STUDY 2006
Convention 2006

Pubblica Amm.ne
Transcom CMS
Wolters Kluwer

Elliot

S.IN.T.

VISITE CMMC 2005
Abramo CC

Datacontact

CASE STUDY 2005
TSF
Atesia
Posteitaliane
3g
BMW
Metasistemi
Comune di Roma
Acquedotto Pugliese
3 Mobile Video Co.
Transcom Aquila
Acea Roma
Finconsumo B.
Call & Call
DHL
CONSIP
Mediaservice
B2win

CASE STUDY 2004
DeS
Rasbank
Comdata
INPS
Cims
Sepa
Answers
Banco PVN
In-Action
Telic-Datel

IN ITALY:
Sykes Italy
Transcom - Lecce

ALTRI CASE STUDY
Advert
Alter Ego
Banca Primavera
B. Antonveneta
DeAgostini
Contact Centre
Inter Partner Ass.
Finanza&Futuro
Opera Netcenter
Mediacall
AEM Service
SSB
Unipol Sertel
Csi Piemonte
InTouch
Waycall Assistance
Contacta
BTicino
Bon Prix
Secondamano
Project Automation
Monte Paschi Siena
Viking Office P.
Intesa SpA Siena
Quercia Software
Pronto Assistance S.
Com.net
We@service
PhonEtica
Oliweb
Datacontact
Omniatel

Osservatorio siti
Assicurazioni on-line
Network Acroservizi
Ricerca Eurisko
Visita a Palermo
Banche on-line
"Amici" CmmC
Grand Prix 2001
Callcenter e isole
Apre Atento Italia
Caso Kalliope
Caso Telesurvey
Caso Dun&Bradstreet
Caso Acroservizi
Caso Fiditalia
Caso Sisal
Caso Amì
Caso Targa Services
Caso Omnitel
Caso Wind
Caso Banca Intesa
New cases
Case History

Presentazioni MM

Dossier Banche
Premesse tecnologiche

Premesse di marketing
Premesse organizzative
  


La sede di Opera Netcenter (che fa parte del gruppo Opera Multimedia) si trova ad Assago-Milanofiori in una moderna struttura che ospita il call center principale dotato di circa 70 postazioni operatore. Questo call center è nato a fine anni '90 all'interno di Prisma (altra consociata di Opera Multimedia) per fornire servizi di help desk. Nel 2001 un altro call center è stato aperto a Pavia: le postazioni in questa sede sono 30.
L'azienda si rivolge prevalentemente ad un mercato B2B. Solo per alcuni clienti Opera Netcenter si è dedicata al B2C. Anche il mercato captive che non supera il 7%, (attività di assisstenza e-learning e CD per la capogruppo).

Le tecnologie
All'avvio del call center si utilizzavano due soli canali: telefono e fax. Dal 1998 di fronte alla scelta di "make or buy" per le piattaforme applicative da utilizzare per incrementare la gamma dei servizi si è optato per lo sviluppo interno al gruppo di un software che consentisse una totale integrazione del call center.
Le due principali piattaforme utilizzate sono: Receptionist, sistema avanzato di CTI che permette la gestione delle attività di un Contact Center con postazioni IP e chat e/o con postazioni dotate di un normale telefono ed e-Progress, sistema di call tracking sviluppato con tecnologia web, integrabile con le piattaforme di CRM e CTI, per l'ottimizzazione di
tutte le funzionalità necessarie ai servizi di Contact Center, (inbound, outbound, backoffice e pianficazione).

Il personale
Presso il call center di Milano sono occupati 70 operatori e 3 supervisori, mentre a
Pavia vi sono 15 operatori con un supervisore; tutti sono diplomati o laureati.
La selezione del personale avviene attraverso il sito internet della società e con gli annunci su "Corriere Lavoro" per il call center di Milano, mentre a Pavia è molto frequente il passaparola fra studenti universitari.
Il personale è molto giovane, generalmente al di sotto dei 30 anni, con prevalenza di donne (70%) rispetto agli uomini.
La formazione avviene prima in modalità on-line (2-3 giorni) per mezzo di un corso specifico; in seguito in aula con il supervisore ed infine in affiancamento prima passivo poi attivo. Il periodo di affiancamento varia: ad esempio è di 2 giorni per la qualificazione di data base, una settimana per il recupero crediti (che ha una casistica complessa) e per la gestione di numeri verdi complessi (ad esempio Autogrill), raggiunge anche 15-30 giorni per i servizi di help desk. Gli aggiornamenti formativi variano in relazione alle esigenze.
Nell'area dei servizi outbound vi sono forme di incentivi automatiche basate per esempio su: contatti utili, numero di qualificazioni, importo recuperato.
Nell'area dei servizi inbound i benefits fanno riferimento a parametri quali la
disponibilità e il numero di chiamate perse. Il turnover del personale è basso e si sono verificati casi di trasferimento con funzioni diverse all'interno del Gruppo.
Per gli operatori part-time che abbiano trascorso un periodo "di prova" nel call center vi è anche l'opportunità del telelavoro durante il week-end.
(Nella foto a destra Paolo Pesarin, CEO di Opera Netcenter).
 
I servizi
Opera Netcenter fornisce servizi di inbound ed outbound con una netta prevalenza dei primi (70%) sui secondi che vengono erogati principalmente dal call center di Pavia. Circa l'80% dei servizi inbound riguarda la gestione dei numeri verdi, il restante 20% comprende i servizi di help desk e di customer service. Tra i servizi outbound la qualificazione di data base, fornita a "prezzi concorrenziali", incide per la quota maggiore (40%) anche perché spesso costituisce la "base" per effettuare altri servizi. Il recupero crediti (30%) è un'area su cui il call center sta attualmente investendo attraverso una formazione mirata degli operatori. Infine vengono erogati anche altri servizi outbound tra cui ricordiamo: follow up e ricerche di mercato. Opera Netcenter dispone, ad oggi, di 100mila anagrafiche di cui 40mila riguardano piccole aziende, altrettante sono relative alle medie aziende e le rimanenti sono di grandi aziende.
Uno degli SLA più importanti si basa sul numero di tiket evasi: quantità di chiamate evase in un'ora che varia a seconda della tipologia di servizio. Per esempio un servizio di help desk può richiedere fino a 15 minuti per cui un operatore che in un'ora evade 4 chiamate rispetta il livello qualitativo prestabilito dall'azienda; nel caso del customer service per ogni chiamata dovrebbero essere sufficienti 2/3 minuti quindi circa 25 chiamate da evadere in un'ora.

 
Alcune referenze
Opera Netcenter fornisce i suoi servizi a società del campo editoriale, tra cui: Seat Pagine Gialle, De Agostini, Utet e la capogruppo Opera Multimedia. Inoltre ha clienti nell'ambito bancario, come BPM e gestisce tutto il CRM in outsourcing di Autogrill. Infine la società si è occupata della gestione di concorsi a premi per beni di largo consumo come i marchi Coccolino e Axe.

(giugno 2003)

Il caso sopra presentato evidenzia gli aspetti peculiari della realtà visitata; siamo pronti ad esaminare le richieste di approfondimenti e di informazioni provenienti da altri call center del Club, per favorire lo scambio di esperienze.
Scrivere al Club CMMC
 

0