Eudata 2017
Datacontact Smart
Offerta BPO 2017

LiveHelp

Awards UE 2016
Ennova agent 2.0
Phonetica a Forlì
Workshop Assist

Utility Day 2015
Datacontact Bike
Assist Academy
Rischio social
Trascom LeonarDo
Presentazioni 2015
CallCenterNet
Call Business

Iniziative 2014
Getaline - BonPrix

Call & Call Casarano
Abramo Family Day
DHL Open Day
Datacontact 2014
WeLikeCRM
Chorally
Aziende Member

Outsourcer Member
XEROX
RBS
Randstad Awards
Servizio Clienti TIM
Datacontact X
QVC Italia


Casi 2009-2011
Cariparma
Enel Energia
Che Banca!
Giornali aziendali
Relazioni 2006-2008

Fiat G. Automobiles
Mastercom
Call World
Arca Inlinea
Banca Reale
Gruppo MPS

Raccolta CaseStudy
CASE STUDY 2006
Convention 2006

Pubblica Amm.ne
Transcom CMS
Wolters Kluwer

Elliot

S.IN.T.

VISITE CMMC 2005
Abramo CC

Datacontact

CASE STUDY 2005
TSF
Atesia
Posteitaliane
3g
BMW
Metasistemi
Comune di Roma
Acquedotto Pugliese
3 Mobile Video Co.
Transcom Aquila
Acea Roma
Finconsumo B.
Call & Call
DHL
CONSIP
Mediaservice
B2win

CASE STUDY 2004
DeS
Rasbank
Comdata
INPS
Cims
Sepa
Answers
Banco PVN
In-Action
Telic-Datel

IN ITALY:
Sykes Italy
Transcom - Lecce

ALTRI CASE STUDY
Advert
Alter Ego
Banca Primavera
B. Antonveneta
DeAgostini
Contact Centre
Inter Partner Ass.
Finanza&Futuro
Opera Netcenter
Mediacall
AEM Service
SSB
Unipol Sertel
Csi Piemonte
InTouch
Waycall Assistance
Contacta
BTicino
Bon Prix
Secondamano
Project Automation
Monte Paschi Siena
Viking Office P.
Intesa SpA Siena
Quercia Software
Pronto Assistance S.
Com.net
We@service
PhonEtica
Oliweb
Datacontact
Omniatel

Osservatorio siti
Assicurazioni on-line
Network Acroservizi
Ricerca Eurisko
Visita a Palermo
Banche on-line
"Amici" CmmC
Grand Prix 2001
Callcenter e isole
Apre Atento Italia
Caso Kalliope
Caso Telesurvey
Caso Dun&Bradstreet
Caso Acroservizi
Caso Fiditalia
Caso Sisal
Caso Amì
Caso Targa Services
Caso Omnitel
Caso Wind
Caso Banca Intesa
New cases
Case History

Presentazioni MM

Dossier Banche
Premesse tecnologiche

Premesse di marketing
Premesse organizzative
  

Il Gruppo
Wolters Kluwer è un gruppo editoriale internazionale presente in 26 Paesi (Stati Uniti, Europa ed estremo oriente), con un fatturato annuo di oltre 3,4 miliardi di Euro e 18.400 dipendenti.
In Italia è presente attraverso Wolters Kluwer Italia (WKI) che raccoglie dieci tra i più autorevoli e accreditati brand produttori di prodotti e servizi editoriali e software: Artel, CEDAM, Indicitalia, Mitos, OA Sistemi, OSRA, Pragma Software, De Agostini Professionale, Utet Professionale e Ipsoa Editore.

Profilo aziendale
La missione di WK consiste nel fornire prodotti e servizi completi e autorevoli, sia in formato elettronico che cartaceo e via internet, che supportino l’attività di professionisti e aziende nell’incremento della produttività, dell’approfondimento delle conoscenze, dell’aggiornamento costante e della redditività.
Il principale vantaggio competitivo di Wolters Kluwer è quello di presentarsi ai propri clienti come “il partner” di riferimento in termini di affidabilità e innovazione sulla base di una conoscenza approfondita del loro lavoro e delle loro necessità
“The Professional’s First Choice” è lo slogan di Wolters Kluwer.
”La missione di Wolters Kluwer è quella di essere la prima scelta per i professionisti per informazioni, strumenti e soluzioni, un insieme volto ad offrire loro quel supporto ottimale da utilizzare nelle decisioni più critiche e valido per migliorare la produttività”, afferma Maurizio Dieghi, Communication & PR Manager.
Secondo quanto dichiarato da Nancy McKinstry, CEO di Wolters Kluwer, i valori che guidano il gruppo a livello internazionale sono traducibili in cinque fondamentali punti:
  • 1. Customer focus - i clienti sono al centro di ogni cosa che facciamo
  • 2. Innovation - creiamo soluzioni coraggiose guardando al futuro
  • 3. Accountability - siamo pienamente responsabili delle nostre azioni e delle nostre performances
  • 4. Integrity - siamo diretti, onesti e trasparenti nei nostri affari
  • 5. Value creation - creiamo valore per i nostri clienti, i nostri dipendenti e i nostri azionisti.
La leadership di WKI nel mercato dell’editoria specializzata è ottenuta e mantenuta grazie al puntuale raggiungimento dei suoi obiettivi: fornire a professionisti e uomini d’azienda gli strumenti e i servizi migliori e più adeguati per un costante aggiornamento sull’evoluzione della normativa giuridica, fiscale e amministrativa.

WKI diffonde il suo prodotto (l’informazione) utilizzando tutti i media che favoriscono la migliore flessibilità operativa e la necessaria tempestività: programmi software integrati con i contenuti editoriali, Cd-Rom e DVD-Rom per offrire documentazione e tools, servizi di informazione e documentazione diffusi sul web.
Una parte significativa dell’attività, tuttora, si avvale dei mezzi editoriali più tradizionali, dai libri ai periodici alle opere a schede mobili.

La formazione professionale, attraverso la Scuola di Formazione Ipsoa, declinata in corsi, seminari, convegni e master, e integrata da strumenti operativi adeguati, rimane uno dei punti qualificanti dell’intervento Wolters Kuwer Italia diretto alle aziende e ai professionisti.

La Business Unit Software Fiscale Ipsoa/Pragma
Alla Business Unit Software Fiscale Ipsoa/Pragma fanno capo, nell'ambito di Wolters Kluwer Italia, le soluzioni software per commercialisti targate Ipsoa e Pragma che consistono in una suite completa di prodotti integrati per la gestione della contabilità, delle dichiarazioni, delle ritenute, dei cespiti, delle imposte correnti, anticipate e differite, del bilancio, dell'analisi di bilancio, di Basilea 2, della valutazione d'azienda, delle procedure fallimentari, dell'archiviazione sostitutiva, delle pratiche dei modelli, dell'antiriciclaggio e della parcellazione.

L'intero processo di realizzazione del software è gestito all'interno della B.U.: l'analisi dei bisogni del target, la definizione delle specifiche di prodotto, l'analisi funzionale, l'analisi tecnica, lo sviluppo, il test, la definizione delle politiche e degli strumenti commerciali e marketing, i servizi di assistenza pre e post vendita alle reti e ai clienti, la formazione della rete e dei clienti stessi.

Ipsoa, leader riconosciuta nell'editoria professionale, per prima ha offerto al mercato una soluzione che coniuga software e strumenti informativi, offrendo ai professionisti una risposta completa e integrata sia ai bisogni informativi sia a quelli operativi.
Le soluzioni Ipsoa garantiscono agli studi efficienza, qualità. In particolare la dimensione della struttura, le tecnologie, le metodologie gestionali e di controllo e le competenze professionali del Servizio di Assistenza, rivolti sia alla rete di agenzie sia ai clienti, sottolineano in modo evidente la cura che Ipsoa dedica al ciclo di vita del prodotto presso il cliente.

Il Competence Center
L'Help Desk della Business Unit svolge una serie di attività, tra cui la principale è quella di fornire assistenza per i professionisti nell'uso dei software applicativi e nella corretta interpretazione di come il software applica la normativa contabile - fiscale. L'assistenza è fornita attraverso 20 operatori specializzati. Fatto 100 il totale dei contatti, essi sono ripartiti tra i contatti con le Agenzie (50%) e contatti dedicati a clienti finali (50%).
Nel caso di Ipsoa le Agenzie sono state certificate come "Centri di Assistenza": all'interno delle 74 Agenzie certificate operano 107 tecnici, che svolgono un primo livello di assistenza sui clienti seguiti direttamente dalle Agenzie.
L'Help Desk è di tipo multicanale, in quanto consente collegamenti via telefono, email, web (Faq) e in modalità assistenza da remoto.
Le competenze attribuite all'Help Desk richiedono una particolare attenzione nella scelta degli operatori:
"La particolarità delle applicazioni software dedicate alla normativa contabile e fiscale, normativa soggetta a continui aggiornamenti e interpretazioni, rende estremamente difficile formare e rendere produttivo un collaboratore, ma anche mantenere costante nel tempo il livello delle competenze acquisite" - afferma Gianpaolo Gavioli, Help Desk Manager della BU Software Fiscale - "e ciò vale anche per le Agenzie, i cui tecnici devono essere da noi certificati e quindi supportati con informazioni in tempo reale e periodiche sessioni di aggiornamento".

Queste ed altre esigenze hanno portato WKI a sviluppare un proprio sistema di knowledge management base (nell'immagine sotto riportata un tipico documento di knowledge di WKI), un database alimentato a più mani (dall'help desk, dallo sviluppo software e dai product manager), che raccoglie in forma strutturata tutte le informazioni necessarie a chi fa assistenza.



Afferma Gianpaolo Gavioli: "L'introduzione della knowledge base ci ha consentito di abbreviare i tempi di training e aggiornamento degli operatori, di uniformare la qualità delle risposte fornite riducendo il tempo medio di conversazione, e di migliorare del 24% gli interventi risolti alla prima chiamata".
Sulla base del successo ottenuto, nel corso del 2004 la BU Software Fiscale ha deciso di condividere con le Agenzie il proprio sistema informativo, consentendo loro l'accesso sia alla propria knowledge base che al sistema di trouble ticketing (anch'esso sviluppato in ambito WKI). I maggiori benefici riportati sono stati: la riduzione dei tempi di back office nella gestione delle interazioni con i tecnici di Agenzia e la riduzione dell'escalation dal tecnico d'Agenzia allo specialista WKI.

Foto di gruppo, scattata all'esterno degli uffici di Wolters Kluwer Italia

Call Center distribuito
Per condividere con il proprio canale di vendita/assistenza gli strumenti di conduzione del rapporto con i clienti, WKI ha di recente deciso di impiegare una struttura VoIP, realizzata grazie alla partnership tecnologica di BT Italia. Il progetto, avviato quest'anno, prevede di estendere il proprio sistema di accoglienza alle Agenzie, al fine di uniformare le modalità di relazione con il cliente, migliorare l'erogazione del servizio telefonico e di agevolare le eventuali strategie di backup del servizio.



Inoltre viene adottato un numero unico di accesso 199XXXX per connettersi o con le Agenzie o con la Sede. Ciò consente di aumentare la visibilità del servizio di assistenza e di uniformare i costi di accesso. Le chiamate provenienti dai clienti e che pervengono al punto di accesso 199XXXX vengono instradate dal server CTI (Receptionist di OperaNetCenter) verso le Agenzie e in escalation successiva all'Help Desk di Milano.
Gianpaolo Gavioli sostiene: "Si tratta di un progetto per noi innovativo, che vede il coinvolgimento diretto di 74 Centri di Assistenza sparsi sul territori, e che ci consentirà di rafforzare il marchio e la relazione con il cliente, migliorando la customer experience e armonizzando nel contempo l'attività di assistenza condotta dalle Agenzie. Le stesse Agenzie beneficeranno della riduzione dei costi di telecomunicazione grazie al collegamento in VoIP, e della ottimizzazione nell'impiego del proprio personale".

Per finire, i clienti finali seguiti direttamente dall'Help Desk della BU hanno già potuto riscontrare un aumento della qualità del servizio ed un accesso più semplice e veloce. Tra i dati di performance relativi al servizio di Help Desk Fiscale di WKI la First Call Solution sulle chiamate telefoniche dei clienti nel periodo da luglio 2005 a giugno 2006 é risultato pari al 73%.

Il caso sopra presentato evidenzia gli aspetti peculiari della realtà visitata; siamo pronti ad esaminare le richieste di approfondimenti e di informazioni provenienti da altri call center del Club, per favorire lo scambio di esperienze.
Scrivere al Club CMMC
 

0