SettimanaCMMC 2019
Laboratorio2 CMMC
Cultura Ascolto
Visita CarcereBollate
Linguaggio Naturale
Professioni Voce NLU
GDPR-Servizio Clienti
Laboratorio1 CMMC

Premi CMMC 2019
Digital CS
AI Chatbot
C Experience
Professioni Digit
ECommerce CEM
Innovazioni
Premi speciali
Premi Manager
Happiness image
Advocacy Awards

Serata Premi 2019
ChatBot v/s IVR

AUGURI 2018-19
Survey CMMCdomani
Progetto Premi 2019
CRM Mkt Automation
Visita Starbucks Mi
Webinar WhatsApp
Chatbot LiveHelp
Settimana CMMC 2018
Cliente Personas
Riflessioni Immagini
Su Costa Diadema
Chatbot e costi
Posti di lavoro UK

Premi CMMC 2018
Tecnologia
CEM
ChatBot
Engagement
Social
APP&ChatBot VA
Digital Age

Immagini serata1

Immagini serata2

Serata Premi 2018
Legge Telemarketing
GPDR-Servizio Clienti
Leggi e Lavoro 2018
Customer Service OK
Ostacoli/Opportunità
Interazioni Assicuraz.
APP foto Settimana
Settimana CMMC 2017
Partecipa Settimana
Disruption BPO
CX, oggi
Contact C. Phigital
Indagine new attività
Lavoro Digitale
Bandi Premi 2018
Vincitori 2001-2017
Riconoscimento HR
Conversazione e CX
Chatbot questionario
Sogno professionale
Immagini Premi
Advocacy Awards
Serata Premi 2017
CambiareCrescere

Premi CMMC 2017

Management
CEM
APP
Social
Tecnologia
ChatBot


Workshop CEM 2016
Workshop Roma2016
Incontro APP&Digital
Workshop Social CS
Premi Tecnologie-17
Workshop CEM 2016
premio umorismo
indagineCMMC 2016
Viaggio a Roma
PremioSocial 2016
Viaggio a Torino
Digit & Job-parte2
Digit & Job-parte1
Tutto cambia
Viaggio a Bari
Ricerca Digital Int.
Premio Social CRM
Scelta Social C.C.
Nuovi modelli
Barometro Francia
CX criticità
Layout 2013
ManagerCollabora
Collaborazione
Speech Diving
Reg. Opposizioni

Consumatori e CC
Incontri Iscritti
Dossier 2011
Registrazione
Donne gara premi
WebSeminar 2010
Costi CS su Utili
Informazioni CMMC
Protagonisti 2009
Confronti on-line
VirtualAssistantKPI
Workshop 1-2009
C.C. in Italia 2009
Concorso Laureati
Per gli Apprendisti


Meeting 08 - Milano
Workshop 4-2008
Workshop 3-2008
La transizione
Web Seminar 2008
Workshop 2-08
Dopo workshop 1-08
Workshop 1-08
Scenari mercato
Meeting 07-Milano
Web Seminar 2007
Il click to talk
TLMK e dati personali
E-mail, click to talk
Contratti lavoro
Incontri-dibattito
Postazioni CC Italia
Addetti e contratti
Nuove Attività 2007
Attività del 2006
WFManagement-07
Meeting 2-06 Milano
Contratti in Olanda
Certificazione ICIM
Adetti CC all'estero
0 Mercato CRM
Meeting 1-06 Torino
0 Benchmarking 2006
Attività del 2005
Meeting 2-05 Milano
Responsabilita Sociale
Vivere nei CallCenter
CMMC Staffing
Comic Call Power
0 Aste e qualità
Meeting 1-05 Milano
Formazione 2005
0 Motivare operatori
0 Banche costi/cliente
Leadership CC
Meeting 2004 Milano
Esperienze HelpDesk
Meeting 2004 Roma
Supervisori Roma
Fine corso Supervisori
Ricerca Selezione
CC on demand
Indici Valutazione
Valutazione
Formazione 2004
Diploma Supervisori
Dopo Seminario
SeminarioLavoro04
Attività
Incontro Parigi
0 Stress da lavoro
0 Posto di lavoro
0 Udito e cuffie
0 Esperienze e clienti
0 Europa-outsourcing
0 ECCCO-Meeting-ES
3° Meeting 2003
0 Cosa misurare
Master RU 2003
0 Prezzi outsourcerUK
Corso gestionale2
Corso MKT modulo2
Basi di Marketing
0 Customer helping
Corso gestionale1
Corso MKT-03
Decreto lavoro
Report 03 -preview
0 Marketing servizi
Immagini da Parigi
Orario di lavoro
Professionalità
0 Turnover personale
Giornata nazionale
2°Meeting Plan
1°Meeting 2003
Relazione Meeting
Seminario Marketing
Master&Seminari 03
0 Gruppo banche 2002
Outsourcer Vision
0 Conviviale Milano
Assicurazioni Bench
Master Marketing
0 Banche&outsourcing
3° Meeting 2002
0 Riunione Aderenti 02
0 Flash da Master ICT
0 MasterRisorseUmane
Formazione CMMC
Corso Oltre l'e-mail
Corso Gestire e-mail
Master ICT
0 Conviviale Roma
0 SLA nelle telecom
Pubblicità CC DOC
1° Conviviale 2002
2° Meeting 2002
Mondiali calcio
Assoc. Outsourcer
1°Meeting 2002
Pareri 1° Meeting
Public Utilities
Report Ricerche
- Master Benchmark
- 3°Meeting 2001
- Formazione Web CC
- Lavoro a progetto
- Opt-out: norme
Barometro Crm n.2
- 2°Meeting 2001
- 1°Meeting 2001
Ricerche on-line
- L'industria dei CC
- Osservatorio 2000
- Bench Tlc 2001
Bench Tlc (riservato)
Bench Banche/Assic.
- SLA efficaci
- Marchio Web C.C.
- SLA Web Call Center
- Delegazioni CMMC
- 3°Meeting 2000
- 2°Meeting 2000
1°Meeting 2000
- Opportunità sito
Parametri e-mail
- Workshop Web CC
- Opzione co-sourcing
Barometro Crm n.1
Evoluzioni attese
- Lavoro 2001
- Clausole part-time
Consolidamento
- Standard inglesi
Traders on-line
- Banche e Web
- Speech efficace
- New economy
- Incidenza Costi
- Gestire e-mail
Selfservice Solution
- Gara Creatività
- Common needs
Misure omogenee
Bancassicura
- Il Benchmarking
Usi del Benchmark
Costo per contatto
Contatto utile
- Clausole part-time
- Gestione Personale
- SchedeFormazione
- Gestire Uomini
- La Comunicazione
- Il Servizio
- Telelavoro e C.C.
- Gruppo TLC
- Gran Prix 1999
Post-vendita IT
- Servizio 800
- CLI in Italia
- WorkForceManager
- Relazioni 10.12.1999
- Relazioni meeting

Attività del 1999
Attività del 1998
Attività del 1997
Banche e 6 Gennaio
Identificativo call
Il Direttorio
Iniziative all'estero
Applicazioni GSM

Il caso Irlanda
Attese collaboratori
Prezzi TLC

 

   Chatbots e IVR a confronto

Per decenni l’IVR è stato l’incontrastato dominatore del servizio clienti. Più recentemente, tuttavia, il dirompente chatbot è entrato nella mischia per combattere l'IVR.
Molte persone sostengono che i chatbots sostituiranno l'IVR interamente nei prossimi anni. Nel frattempo, altri considerano l'IVR come strumento indispensabile (e un male necessario). Una cosa è certa: entrambi gli strumenti hanno i loro meriti quando si tratta di automatizzare il routing del servizio clienti.
Nel seguito si analizzano alcuni punti di forza e di debolezza dei chatbots e dell’IVR.

Significati
IVR è sinonimo di risposta vocale interattiva e di centralino automatico. Si tratta di alberi telefonici automatizzati che fanno domande per indirizzare i clienti al dipartimento o al reparto giusto. In alcuni casi, vengono anche utilizzati per consentire ai clienti di servirsi da soli.
I chatbot sono i moderni cugini di IVR. Funzionano all'interno di caselle di chat, ad esempio all'interno di live chat web windows e altre app di messaggistica. Come l’IVR, essi possono indirizzare il contatto con i clienti verso il miglior agente o il dipartimento e gestire la loro richiesta. I chatbots sono anche un ottimo strumento per supportare i clienti che desiderano operare in self-service. Possono gestire query semplici senza la necessità di un agente umano.

L'accessibilità del supporto vocale
I clienti incontrano l'IVR nel corso di una chiamata telefonica e possono gestirlo via voce. Per i clienti che non si trovano bene nel digitare, l’IVR è molto più accessibile rispetto ai chatbot.
Non tutti hanno sempre accesso a Internet, cosa su cui si basano i chatbot. D'altra parte, molti di noi oggi usano smartphone.
L'accessibilità, quindi, è un punto di forza di IVR. Offre un modo classico per automatizzare il routing per i clienti che non possono o non vogliono contattarti online.

L’IVR è più usato
I clienti sono abituati a gestire l’IVR. Nel dibattito tra chatbot e IVR, l'IVR è senza dubbio più provato; i chatbot sono ancora nuovi. Ciò significa che le persone sanno cosa aspettarsi dall'IVR. È familiare e quotidiano. I chatbot sono ancora giovani, e quindi non altrettanto affidabili nelle loro prestazioni.
Al contrario, l'eccitazione attorno ai chatbot e alla AI può trasformarli in simboli di status. Usandoli, si dimostra che il tuo business è al passo con la tecnologia moderna. Quindi, presenti il tuo marchio come fresco e attuale, piuttosto che vecchio stile.

Opinione pubblica: i chatbot non sono odiati
Una delle principali debolezze della IVR è che è diventato quasi universalmente odiato.
Ogni volta che ci troviamo a parlare con un albero del telefono automatico, proviamo un po' di timore. Di conseguenza, l'IVR è spesso un ostacolo importante per i clienti che desiderano supporto. Nonostante la sua familiarità, genera frustrazione.
I chatbot non hanno questo problema. Anche se non sono sempre perfetti, sono bravi a raccogliere le parole chiave (che non implicano che i clienti debbano urlare). Inoltre, sono molto più veloci dell’IVR. Ciò può significare che i clienti percepiscano un'esperienza molto più fluida quando utilizzano un chatbot, anche se la conversazione è la stessa.

Capire i tuoi clienti
L’IVR non capisce il linguaggio naturale, ovvero il modo in cui gli esseri umani si esprimono. Può non funzionare bene a causa di accenti, volume e tonalità variabili. Questo è ciò che spesso ci porta a riagganciare il telefono.
I chatbot hanno meno probabilità di ispirare rabbia. I progressi nell'elaborazione del linguaggio naturale significano che i clienti possono parlare ad un bot nello stesso modo in cui lo farebbero ad un essere umano. Mentre l'IVR richiede un dialogo lineare, i chatbot possono comprendere il dialogo non lineare.
I chatbot devono solo trovare parole chiave nel testo per sapere come rispondere, rendendo molto più facile il parlare con loro. Questo è un netto vantaggio per i chatbot.

I chatbot sono più flessibili
La flessibilità da un importante vantaggio ai chatbot. Essi sono molto più utili rispetto al semplice indirizzamento dei clienti verso gli umani. Mentre l’IVR è in grado di fornire assistenza con il self-service, i chatbot possono essere più efficienti. Possono gestire il lavoro dei moduli Web, ma anche offrire ai clienti collegamenti e risorse aggiuntive per agevolare il self-service.
Inoltre, i chatbot possono incorporare l'analisi del sentimento. Ciò consente loro di identificare quando i clienti si arrabbiano o si sentono frustrati.
In questo modo, i chatbot possono indirizzare prima le chat dei clienti frustrati ad un agente umano. Un agente empatico può quindi calmare e aiutare il cliente (invece di costringerlo a rispondere prima ad ogni domanda, come con l'IVR).

Spazio per la crescita e il miglioramento
La gioventù dei chatbot può anche essere vista come un vantaggio nel dibattito tra chatbot e IVR. Perché i robot sono ancora "bambini", hanno spazio per migliorare e crescere. Mentre l'intelligenza artificiale, l'apprendimento automatico e l'elaborazione del linguaggio naturale continuano ad evolversi.
Tuttavia, l’IVR potrebbe anche migliorare. Le interfacce utente a comando vocale come Alexa e Siri stanno rendendo la capacità di risposta vocale più accettata. Utilizzato correttamente, IVR potrebbe tornare in voga. Quindi, entrambi hanno ampi margini di miglioramento.

Perché non entrambi?
Ci sono aspetti positivi e negativi per entrambi. Nonostante i due strumenti siano così spesso messi l'uno contro l'altro, non c'è ragione per cui non si possano usare assieme nella strategia del servizio clienti.
I clienti contattano un'azienda in vari modi. Alcuni si avvicinano online e possono essere accolti dall’amichevole chatbot. Altri, potrebbero preferire chiamare e possono essere collegati dall'IVR al miglior agente umano per aiutarli.
Quindi, perché non consentire a chatbot e IVR di lavorare insieme per migliorare l'accessibilità e supportare i clienti sui vari canali?

- Tratto da “Chatbots vs IVR”

marzo 2019

Leggere anche:
-
Il chatbot riduce il costo del servizio clienti del 30%